Dal 1901 fino al 2000, i cambi di costume sono di una variazione stupefacente, e copre quasi tutte le possibili opzioni: dell'eleganza classica vittoriana, ai lunghi capelli hippie degli anni '60, fino a tutta quella possibilità che la nostra immaginazione poteva abbracciare: punk, rasta, skinheads, ecc. La realizzazione industriale e tecnologica, non visto prima nella storia di questo modo, veloce e senza interruzioni, si riflessa nelle acconciature diverse per tutto il secolo. Ma in primo luogo, è importante notare che nell 20 ° secolo - e fino ad oggi- gli arbitri della moda, i simboli di "fashion" non sono più dei principi e dei nobili, l’aristocrazia. Il fenomeno nuovo, il cinema, in primo cinema muto e sonoro più tardi, crea, nella sua penetrazione massiccia, i nuovi modelli popolare: gli artisti del cinema. Ora, quindi saranno quelli che dettano le tendenze della moda, e la gente copierà i loro acconciature, i vestiti e anche i loro costumi e il suo comportamento.

L'INVENZIONE DE LA PERMANENTE :

All'inizio del secolo , i capelli delle donne si usavano, ancora, relativamente lunghi, e erano ondulati per ottenere una migliore apparenza. Il metodo dell'ondulazione a ferro fu progettato da Marcel Grateau, con una tenaglia riscaldata che serviva solo ai capelli lunghi. Come i capelli cominciarono a usarsi più corti , un nuovo metodo era necessario per conservare l'ondulazione. Il primo a sviluppare un sistema d'ondulazione permanente fu il parrucchiere tedesco Karl Nessler (conosciuto come Charles Nestle), in 1905. Nessler brevettò in 1906 il sistema in Germania, che consisteva in un gruppo di cilindri in cui i capelli erano avvolti e arricciati, collegati ad una macchina che si riscaldava per mezzo di una resistenza elettrica. I cilindri caldi erano tenuti lontani dal cuoio capelluto da un complesso di contrappeso. Primo era applicato idrossido di sodio e i capelli erano riscaldati per diverse ore. L'intero processo consumavano 6 ore per essere completato. Il metodo di Nessler fu prima provato a Parigi in una donna, Katharina Laible, a cui Nessler ha due volte bruciato tutti i capelli e il cuoio capelluto. Dopo di ciò, si sposò con lei. Nel 1915 Nessler si trasferisce negli Stati Uniti e scopre molti falsificazioni del suo brevetto. Poi aprì saloni di bellezza in New York e brevettò il sistema migliorato secondo le leggi degli Stati Uniti.

 

Durante il primo decennio del secolo, i stili dei capelli delle donne erano molto simili a quelle di fine dell'Ottocento: le donne usavano ancora lo stile "Marcel " e lo stile "Gibson Girl". La rivoluzione nei capelli comincia dopo la prima guerra mondiale. Le donne cominciarono ad usare i capelli corti, non al di sotto dal lobo dell'orecchie, e questa fu una vera innovazione . Questo stile ha riflesso la "Nuova donna americana": una donna occupata, attiva, più indipendenti e liberata delle vecchie strutture sociali. Questa acconciatura fu chiamata:

Questo taglio di capelli aveva diverse varianti: con i capelli tagliati direttamente intorno alla testa, con i capelli mossi con frangia, o con la fronte esposta. Alcune donne usavano i capelli ricci e cadenti sulle orecchie, o un unico riccio sulla parte anteriore.

Irene Castle
Mary Pickford
Alice Day
Louise Brooks

Nei primi anni del secolo, gli uomini ancora usavano i baffi, ma con i capelli, generalmente, corti. Dal 1920 lo stile era ben rasato e capelli corti, flat-top. .

1911, Gaston Briand 1925, Rodolfo Valentino 1928, Konrad Veidt 1930, Fred Astaire

Il decennio del 1920-1930 ha apportato due innovazioni tecnologiche: il primo asciugacapelli manuale e miglioramenti sostanziali nelle macchine per la permanente.

In ogni caso, i asciugacapelli manuali aveva alcuni svantaggi: erano pesanti, di cerca di 1 chilo di peso, fatto di acciaio e zinco ed erano solo in grado di utilizzare 100 watt, così ci volle molto tempo per asciugare i capelli. Inoltri, erano anche pericolosi a causa del rischio di elettrocuzione in contatto con l'acqua. ma dopo si sviluppano, diventando più potenti e più sicuri. In realtà avevano un sensore che interrompeva automaticamente il circuito elettrico quando rilevavano che l'asciugacapelli era surriscaldato e poterono utilizzare fino a 2.000 watt .

Le macchine di permanente sono state migliorate in questo decennio dal svizzero Eugène Suter e lo spagnolo Eugenio Isidoro Calvete.

Hanno sviluppato un sistema tubolari in cui erano inserite due bobine in un tubo di alluminio. I capelli erano avvolti in una spirale attorno al tubo, assumendo che i peli più spessi più vicina alla radice è diventato più caldo che i capelli sottili alla fine. Più tardi ci sono stati variazioni e miglioramenti del sistema, come quella del parrucchiere ceco Josef Mayer nel 1924, e Marjorie Joyner-afro-americana- nel 1928, che brevettò una macchina in cui i capelli erano arrotolati in cilindri. La società Isidoro Calvete, iCall, creò nel 1934 un sistema in cui i tubi erano scollegati della corrente elettrica prima di applicare ai capelli, che fu chiamato "il metodo di calore caduto”. Il calore cominciava a raffreddare appena aplicato ed era controllato da un termostato. Nel 1938, Arnold F. Willat inventato “the cold wave” (l 'onda fredda), che era l'inizio del sistema attualmente in uso oggi. Il sistema si basa nel far rotolare i capelli su aste applicando un agente riduttore, una lozione di tioglicolato di ammonio, che rompe la struttura di proteine nella cheratina, dando più flessibilità ai capelli. Più tardi s'applica una lozione ossidante di perossido di idrogeno, costringendo ai capelli a prendere la forma della canna.

 

Nel 1935, una mostra di coiffures de permanente fu presentata à Londres, le Hairdressing Fashion Show. Il Primo Premio fu una permanente fatta con una machina ICALL d'ondulazione permanente. I capelli erano corti, con tintura bicolore, di concezione elegante, e con un tipico stile Art Déco.

Durante i decenni del 1930 e 1940, dopo la Grande Depressione che ha colpito l'economia del mondo nel 1929, l' acconciature delle donne era più naturale, anche con una tendenza ad utilizzare permanente. I capelli si usava lungo, fino al collo, e la nuova moda era il biondo platino come l'attrice Jean Harlow. Gli uomini usavano i capelli corti e fissato generalmente con unguenti.

Dopo la seconda guerra mondiale (1939-1945), ci sono significativi cambiamenti sociologici, sulla base della esperienza mai vista prima di soffiare bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki devastando intere città. La filosofia esistenzialista appare in scena; è una tendenza che dimostra l'assurdità di una vita che potrebbe scomparire da un momento inatteso, una sensazione generale di vulnerabilità e la mancanza di valori morali stabiliti. L'esistenzialismo è espresso in la letteratura e in generale in ogni evento. E, naturalmente, questa espressione è trasferita anche a la moda ei costumi, che sono sempre l’espressione del pensiero sociali. In Francia, Juliette Greco ed altri artisti hanno proposto un nuovo modo di abbigliamento e acconciatura. Nelle "caves" di Londra, i gruppi musicali "beatniks" sono anche un modo di dissenso: capelli lunghi, frange, favoriti ... l'aspetto iniziale dei Beatles agli anni '60. Le acconciature sono ora più aperta e liberale; tutto si manifesta in un grande disaccordo con la prolissità delle generazioni precedenti. James Dean nei suoi film La valle dell'Eden e Gioventù bruciata (1955) indossa un cappello copiato da migliaia di giovani in quello momento. Altre acconciature fuorono famosi: per esempio, quella di Marilyn Monroe, la diva indiscussa degli anni '50. Nel 1955, Gina Lollobrigida è “La donna più bella del mondo”, come il titolo del suo celebre film. Altre donne portavano i capelli corti, come Audrey Hepburn, che, invece, conservava il colore dei capelli castano scuro e rifiutava ancora di tingersi i capelli.

 

Alla fine del 1950 e dei principi del 1960, lo stile dei capelli di Elvis Presley è anche una furia e viene imitato da molti giovani, con basette e un ciuffo elevato e voluminoso. Nel 1958, i capelli di Elvis 'era così importante che migliaia di fan hanno reso indignazione pubblica quando il cantante è andato al servizio militare e l'esercito tagliato i suoi capelli. A quel punto, la televisione ha cominciato a guadagnare popolarità e le sue immagini sono diventate molto influente tra la gente. Ma a differenza di filmati, gli immagini televisive dei relatori erano ancora conservatrice e lucidato. Presto, lo stile del popolo, più informale, essendo più popolare, fu installato anche nelle immagini della TV. Nei primi anni '60 Anthony Perkins è proclamato l’uomo più sexy, con i capelli intenzionalmente disorganizzati.

Entro la fine del 1960 un'altra rivoluzione nella moda e costumi appaiono con incredibile energia. Sotto slogan come "è vietato vietare" e "l'immaginazione al potere", migliaia di giovani in tutto il mondo protestano contro i valori, la moralità e l'etica ereditata dalle generazioni precedenti. Le acconciature e gli abiti divenne più liberale e audace. In quel momento, un movimento culturale è comparso di fronte: gli hippies: liberali, pacifisti, contrari alla guerra del Vietnam e le armi nucleari. "Pace e Amore" era lo slogan della loro filosofia. I loro vestiti e le acconciature divenne così popolare che alla fine sono stati indossati anche da tutti coloro che non condividono i loro principi. Circa 1968, una inglese "super-modello" imposta un'altra acconciatura femminile: Twiggy, con suoi capelli corti -divisi in un lato e pettinati dietro le orecchie-, guardando una figura stilizzata e sottile. Nel 1967 la prima opera rock è presentata in scena nella commedia off-Broadway: Hair, che ha chiaramente dimostrato tutte le acconciature degli hippies, e anche quello che ha in quel momento cominciato ad essere popolare: l’acconciatura afro. In questa commedia musicale, il pelo era il modo principale di protesta e di ribellione contro i valori tradizionali. Poiché tutte queste trasformazioni culturali, l'aspetto del popolo sarà aperto a infinite variazioni e tutte le acconciature possibili saranno accettate. Lungo il 1950 e il 1960 Brigitte Bardot apparso in film francesi, catturando l'attenzione dei telespettatori di sesso maschile con i capelli lunghi e sensuali. Il decennio degli anni 1960 e in particolare i suoi ultimi anni, ha segnato un cambiamento nei costumi e di apertura culturale, sconosciuta negli anni precedenti. In qualche modo, tutti i modelli generalizzati fino ad oggi, vengono respinte ogni settore sociale, o individuale, hanno deciso di adeguare i loro vestiti o dei loro capelli per il modo in cui pensavano che devono essere indossati senza indicazioni sociale. I Beatles ha modificato il suo look e l'aspetto nel loro ultimo lavoro discografico sono apparsi con i capelli molto lunghi e barba con le frange enorme.

 

Lungo il 1970, la libertà di utilizzare i capelli lunghi, o come meglio si addice alla personalità di ciascuno, è stata totale. La musica giamaicana, con Bob Marley come il suo personaggio principale, ha portato una nuova moda ispirata al manto della religione Rasta. Bo Derek, nel suo film "10", usava questa acconciatura con i capelli biondi. Di solito, questo decennio, gli uomini portano i capelli lunghi, con basette e barba e le donne capelli molto lunghi o con permanente . Farrah Fawcett ha anche imposto un taglio di capelli molto libero e naturale.

Durante il decennio del 1980, tutte queste acconciature erano di moda, e un altra è stato aggiunta, la "yuppie" (Young Urban Professional "). Era una reazione stilistica dei giovani conservatori in linea con i valori dell' istituzione, che non condividono le idee liberali. Essi erano, in generale, i giovani imprenditori, il personale di Wall Street, ecc, con uno stile più raffinato e prudente. Negi anni 80, le donne indossati uno stile di capelli grosso, quasi sempre curato con gel o mousse, e le tinture erano di colori più insoliti, come la tonalità blu o rosso brillante. Contemporaneamente, diversi gruppi urbano indossavano le loro acconciature, e di conseguenza, erano di moda l'acconciature più inedite, come il punk, skinhead, o l'acconciatura gothic. Il skinhead era uno stile di capelli con la testa rasata, nato tra i giovani di la clase operaria a Londra, come una reazione opposta contro i capelli lunghi di l'altri movimenti liberali. In seguito il movimento si è politicizzato, soprattutto nel estrema destra e nel neo-nazismo e, infine, i capelli erano di moda per chiunque volesse utilizzarlo. La sottocultura punk è nata nei pressi della metà degli anni '70 ed fu notevolmente ampliata negli anni '80. Era una sottocultura reazionaria contro i valori della società, con tendenze al sinestrismo e liberalismo ed era una moda anti-moda, anti-capitalista, anti-razzista, anti-militare, e anarchico-vegetariana. Il Punk ha la tendenza a stupire con abbondanti tatuaggi e un uso drammatico di abbigliamento, gioielli e acconciature bizzarre. Uno dei più popolari era i capelli completamente rasati alla nuca e ai lati della testa e una striscia di capelli lunghi nella parte superiore della testa, come lo stile Mohawk. Il calciatore inglese David Beckham ha usato questo stile per molto tempo. Durante il 1980 gli skinheads -in cima alla loro rinascita-, erano sotto l'influenza del taglio di capelli punk. Dopo il 1980 tutti questi tagli di capelli sono diventati popolari, liberando la forza originaria del loro messaggi sociali e politici, e convertito in acconciature semplici utilizzato da chiunque, non importa quale ideologia che avevano.

Negli anni '90 più stili unisex erano diffuse. In realtà, saloni di bellezza in quanto diversi anni fa già mostrato la tendenza di essere aperti per entrambi i sessi. Ed inoltre, con molti prodotti disponibili nel mercato, come le estensioni di capello, per aggiungere lungo e volume, facendo la pettinatura più facile. Una delle pettinature più popolari a quel tempo era il taglio di capelli grunge, essendo il suo massimo esponente Kurt Cobain, il leader del gruppo musicale Nirvana. I capelli erano lasciati fibrosi e disordinati, e aveva bisogno di restare sporchi; quelli che hanno preferito per lavarli, ha dovuto applicare pomate a guardare come non lavati. Un altro stile, più per le donne, che è stato usato da Kate Moss, per esempio, era l'eroina-chic, che consisteva di capelli fibroso e ripetutamente scandito da materiali insoliti, di alghe o di altri. Questo aspetto era completato con un corpo molto sottile, pelle pallida e cerchi scuri sotto gli occhi, e con una tendenza ad essere uno stile androgino. Jennifer Aniston nel 1994 eseguito il personaggio di Rachel sulla serie settimanale di TV "Friends", apparendo con una pettinatura che in seguito sarebbe stato molto popolare: l’acconciatura "Rachel". Gli uomini iniziato a tagliare i capelli corti ai lati della testa e capelli a spillo in mezzo, fissati con il gel, e barbe di piccole dimensioni. Mai come negli anni 90, i coloranti sono così utilizzati. Una delle mode degli anni 90 era quello di tingere i capelli di colori chiari, lasciando 1 o più cm. di radici scure.

All comincio del secondo millennio, e fino ad oggi, la variazione di stili è la più ampia libertà di usare qualsiasi di essi. Oggi non ci sono valori più uniforme, solo sottile tendenze generali. In realtà, la pubblicità per prodotti per i capelli tendono ad enfatizzare l'individualità e le scelte personali. In questo momento, quasi tutto è permesso: da essere "retro", o semplicemente "classico", fino all'audacia totale.

 

I PARRUCCHIERI FAMOSI DEL NOVECENTO :

Il decennio del 1920-1930 ha avuto un indiscutibile super-star: Antek Cierplikowski (1885-1976), meglio conosciuto come Monsieur Antoine, un polacco nato che emigrò a New York, e ha fondato il famoso salone Antoine de Paris nella 5th Avenue. Egli è stato accreditato con l'inizio della moda dei capelli corti, intorno al 1910, e fu creatore della pettinatura "shingle" nel 1920. Antoine utilizzato per tingere i suoi capelli e i peli del suo cane di lilla o di colore azzurro. Egli ha anche introdotto l'idea di fare striature bionde tra i colori scuri. Nel 1930 Antoine era il parrucchiere più importanti del mondo. Dal suo salotto sono stati generati da diverse generazioni di acconciatori. Uno di loro era Sidney Guilaroff, (1907 -), che ha assistito la star più importanti di Hollywood a quel tempo, come Clark Gable, Lucille Ball, Tyrone Power, Katharine Hepburn, ecc.

 

 

 

Un nome indimenticabile nella storia del capello nel 20 ° secolo è Louis Alexandre Raimon (1922-2008), meglio conosciuto come Alexandre de Paris. Famoso per il suo disegno di capelli di Liz Taylor in Cleopatra, possedeva un salone di primo livello a Parigi e in varie località in altre città francesi, dove i ricchi e famosi furono di trascorrere le proprie vacanze. E 'stato il progettista dei capelli dei duchi di Windsor, e ha lavorato insieme 40 anni con le migliori aziende di alta moda: Christian Dior, Coco Chanel e Yves Saint Laurent. Il suo personale amico Jean Cocteau progettò il suo logo, battezzandole il "Sphynx de la Coiffure".

 

Nel 1943, Maria (1911-1978) e Rosy (1914-1983) Carita deciso di aprire il loro primo salone in rue du Faubourg Saint-Honore, Parigi, unendo il famoso parrucchiere, Alexandre. Sono i primi parrucchieri donne, i proprietari di un salotto parigino. A loro piace definirsi come "gli imprenditori della metamorfosi". Hanno creato una linea di parrucche e parrucchini usati dall'aristocrazia del tempo, e nel 1946, il suo marchio di bellezza. Nel 1986, il marchio giapponese Shiseido comprò Carita ed è stato espansa come un brand di lusso internazionale.

 

 

Raymond Bessone, un inglesi meglio conosciuto come Mr. Teasy Weasy, fu uno degli stilisti più famosi degli anni '50 e '60. Conosciuto anche come Raymond of Mayfair, per il suo salone in un quartiere residenziale di Londra, ha creato il famoso taglio di capelli "bouffant", che è stata indossati da da molti attrici di film, come Diana Dors. A quel tempo egli avevano uno show televisivo ed stavano dedicato ai cavalli da corsa. I suoi cavalli portavano i capelli permanentati.

 

 

 

 

 

Vidal Sassoon (1928) nato britannico e nazionalizzato israeliano, è stato addestrato nei saloni di Raymond Bessone e nel 1960 divenne una celebrità. Egli ha creato uno stile originale di tagli di capelli geometrici, che, senza alcun tipo di spray per capelli, sono rimasti in forma con i capelli naturali. Aveva una sua linea di prodotti per la cura dei capelli e al giorno d'oggi le sue scuole di disegno di capelli sono prestigiosi in tutto il mondo.

 

 

 

 

The Mascolo Brothers ( Toni & Guy), erano famosi in Gran Bretagna nel 1970. I quattro fratelli aperto il loro primo salone nel 1963, ricevendo diversi premi e amministrando una propria linea di prodotti di bellezza. Guy Mascolo è morto nel maggio 2009.

Joshua Galvin ha lavorato in Vidal Sassoon dal 1961 fino al 1975 e successivamente ha aperto il suo proprio salone. Tra i suoi clienti erano Madonna e la principessa Diana. Ha creato una famosa linea di prodotti denominata "Serum Solutions".

Charlie, conosciuta hairstylist francesa, e che inizialmente lavorò con le Suore Carita a Parigi, è diventato famosa quando nel 1992 è è stata richiesta dalla rivista Elle a fare un disegno di capelli per Catherine Deneuve. Dopo anni di lavoro con Alexandre de Paris, ha aperto il suo salone, dove attualmente offrire un completo "re-looking".

Nicky Clarke, con il suo show televisivo This Morning, e il suo famoso taglio di capelli, ha vinto più volte il premio British Hairdresser of the Year.

Louis Licari è conosciuto come uno dei migliori esperti di colore negli Stati Uniti.

 

L’INDUSTRIA DI PRODOTTI PER I CAPELLI AL 20 ° SECOLO:

1) SCHWARZKOPF: I PRIMO SHAMPOO:

Nel 1903, Hans Schwarzkopf (1874-1921) ha lanciato sul mercato il primo shampoo in polvere per il lavaggio dei capelli. In quel tempo, si usava per lavare i capelli con il sapone normale in barre. Il prodotto è stato inizialmente chiamato "SHAUMPON", e fu brevettato con il suo caratteristico logo di profilo nero. Schwarzkopf è stata poi una delle maggiori aziende di prodotti di bellezza nel mondo.

2) L'OREAL:

Nel 1907, Eugène Schueller, un giovane chimico francese comincia a fare in Parigi una tintura per i capelli con il nome di "Auréole", fatta e imbottigliata da lui stesso e distribuita anche da lui stesso tra i saloni di bellezza di Parigi. Nel 1909 fonda la sua società Société Française de Teintures Inoffensives pour Cheveux. Nel 1920 è ancora una piccola impresa, ma intorno al 1950 aveva 100 chimici impiegati nella sua fabbrica. Nel 1966 la società ha ampliato a Stati Uniti vendendo 14 milioni di dollari annuali.

3) CLAIROL:

Questa società ha iniziato la sua attività nel 1931 con un giovane chimico americano e sua moglie, Lawrence e Joan Gelb, che ha scelto quel nome per quanto riguarda una linea di prodotti per la colorazione dei capelli che hanno trovato in Francia, acquisendo i diritti di commercializzazione. Joan Gelb offerto i suoi prodotti in persona per il salone di bellezza, e grazie alla loro buona qualità, potevano competere con il marchio più importante in quel momento, Roux. Nel 2004 la società aveva prodotti commercializzati da 1.600 milioni di dollari.

4) REVLON:

Con un investimento iniziale di 300 dollari, nel 1932 i fratelli Carlo e Giuseppe Revson e i loro socio Charles Lachman, -che aveva creato la formula d'una ceretta per le unghie che prometteva lungo tempo di permanenza-, fondarono l'azienda Revlon. Nel 1940 vendevano anche rossetti, e nel 1960 sono state tra le migliori aziende cosmetici nel mondo.

 


Powered by Podbean.com

1) Raphsody in Blue - George Gerschwin - 2) Red Nichols, Dixieland - 3) As Time goes by, Henry Mancini - 4) The Wall - Pink Floyd
Powered by Podbean.com